Laurea abilitante psicologia

In base alla nuova riforma dell’ordinamento il conseguimento della Laurea Magistrale in Psicologia sarà Laurea abilitante, quindi titolo valido ai fini dell’iscrizione all’Albo professionale degli Psicologi, che rimane obbligatoria ai fini dell’esercizio della professione.

Con questa norma si permette subito agli studenti di accedere al mondo del lavoro, senza attendere tirocinio ed esame di Stato.

Secondo il previgente ordinamento per diventare psicologo occorreva seguire il seguente iter:

  • Laurea in psicologia
  • Tirocinio post laurea, della durata di un anno, svolto presso una struttura abilitante
  • Esame di Stato
  • Iscrizione all’ordine degli psicologi

Per info su

Corsi di Laurea in Psicologia

Consultaci gratuitamente e senza impegno

Laurea abilitante psicologia 2023

Con l’attuale decreto invece:

  • il tirocinio “pratico-valutativo” (TPV) viene svolto durante il Corso di Laurea in Psicologia, diventando quindi interno al corso di studi
  • l’abilitazione allo svolgimento della professione di psicologo avviene con il superamento, in sede di esame di laurea, di una prova pratica

In cosa consiste il tirocinio pratico-valutativo?

Da post lauream diventa interno ai corsi di studio e consente l’acquisizione di almeno 30 crediti formativi in “attività pratiche contestualizzate e supervisionate, che prevedono l’osservazione diretta e l’esecuzione di attività finalizzate a un apprendimento situato e allo sviluppo delle competenze e delle abilità procedurali e relazionali fondamentali per l’esercizio dell’attività professionale”, competenze che fanno riferimento agli atti tipici della professione di psicologo (art. 1, L. n. 56/1989).

Sarà obbligatorio destinare parte del tirocinio nelle strutture sanitarie pubbliche o private accreditate con il Servizio sanitario nazionale.

Articolato in 20 crediti formativi universitari (CFU) a cui corrispondono almeno 20h di attività formative professionalizzanti e non oltre 5 h di attività supervisionata (ha una durata complessiva di 750 ore).

Le ulteriori attività professionalizzanti, articolate in 10 CFU, vengono svolte nell’ambito del propedeutico corso di laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche (L-24).

Laurea abilitante psicologia 2022

Cosa succede a chi ha conseguito il titolo di primo livello ai sensi dell’ordinamento previgente o si trova nella fase transitoria?

Chi ha conseguito la triennale con l’ordinamento previgente ha la possibilità di veder riconosciute attività formative ed esperienze pratiche dettagliate dalla norma; se ciò non risulti possibile i laureati triennali acquisiscono i CFU in aggiunta ai 120 in cui è articolato il corso di laurea magistrale (art. 2 comma 6 e comma 7).

La legge prevede poi una specifica normativa transitoria per i laureati magistrali in Psicologia:

Art. 7. (Specifiche disposizioni transitorie per la laurea magistrale abilitante all’esercizio della professione di psicologo)

“Coloro che hanno conseguito o che conseguono la laurea magistrale in psicologia in base ai previgenti ordinamenti didattici non abilitanti acquisiscono l’abilitazione all’esercizio della professione di psicologo previo superamento di un tirocinio pratico valutativo e di una prova pratica valutativa. Con decreto del Ministro dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro della salute, sono stabilite la durata e le modalità di svolgimento e di valutazione del tirocinio pratico-valutativo nonché le modalità di svolgimento e di valutazione della prova pratica valutativa. Ai fini della valutazione del tirocinio di cui al presente comma, le università riconoscono le attività formative professionalizzanti svolte successivamente al corso di studi.”

“Coloro che hanno concluso il tirocinio professionale di cui all’articolo 52, comma 2, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328, acquisiscono l’abilitazione all’esercizio della professione di psicologo previo superamento di una prova orale su questioni teorico-pratiche relative all’attività svolta durante il medesimo tirocinio professionale nonché su aspetti di legislazione e deontologia professionale. Con decreto del Ministro dell’università e della ricerca sono stabilite le modalità di svolgimento e di valutazione della prova orale di cui al presente comma nonché la composizione paritetica della commissione giudicatrice.””

FAQ psicologia abilitante

In cosa consiste il decreto del MUR?

La norma prevede che l’abilitazione alla professione di psicologo avverrà in concomitanza con l’esame finale per il conseguimento della laurea magistrale in psicologia e consisterà in una prova pratica valutativa delle competenze professionali acquisite nell’ambito del tirocinio interno ai corsi di studio.

Laurea abilitante psicologia: da quando?

Diversi atenei hanno tempestivamente adottato il decreto (in vigore dal 20 giugno 2022) modificando il regolamento interno di tirocinio. Molte università ad oggi non hanno comunicato tempestivamente per cui si invitano gli studenti a informarsi presso la propria segreteria.

La Laurea abilitante in psicologia è retroattiva?

La retroattività è spiegata nel corpo normativo del DDL nell’art. 5, dove si legge che: coloro che hanno conseguito la laurea e la laurea magistrale nelle classi di cui agli art. 1 e 2, in base ai previgenti ordinamenti didattici non abilitanti, si abilitano all’esercizio delle relative professioni, previo superamento di un tirocinio pratico-valutativo

Laurea abilitante psicologia: dove? In quali Università è già attiva?

Le università che stanno adottando il nuovo decreto sono in continuo aggiornamento. Per sapere dove è attivo al momento compila la form e chiedi informazioni

Per info sui Corsi di Laurea in Psicologia




    Si autorizza il trattamento dei dati inseriti PER LE FINALITÀ INDICATE AL PUNTO 4 DELL'INFORMATIVA sopra indicata, ai sensi del REGOLAMENTO UE 2016/679 E del decreto legislativo 196/2003